Chi Siamo

Alessandra Perrone

AddiopizzoStore nasce da un’idea di Alessandra Perrone, socia fondatrice di Addiopizzo, per valorizzare i produttori che aderiscono alla rete di consumo critico Pagochinonpaga. Obiettivi:

1- incentivare il consumo critico antimafia consentendo ad ogni consumatore presente sul territorio europeo di scegliere i propri acquisti pizzo free ed essere così parte di un cambiamento.

2- sostenere i produttori aderenti alla rete per incentivare un’economia pulita,  libera da condizionamenti mafiosi

3- supportare economicamente Addiopizzo Onlus: una parte dei ricavi del merchandising è donata all’associazione Comitato Addiopizzo Onlus  per le sue attività

4- creare lavoro: in Sicilia il tasso di occupazione è tra i più bassi in Italia, in particolare quello delle donne

5 -  far conoscere realtà produttive siciliane creative, fuori da stereotipi e luoghi comuni

I nostri produttori sono realtà eterogenee che portano avanti  politiche economiche per lo più  incentrate sul rispetto del lavoro, dell’ecologia, dell’inclusione sociale, della qualità e della biodiversità, promuovendo in tal modo un circuito economico virtuoso sul territorio siciliano che mira ad accrescere  lo sviluppo del benessere socio-culturale del territorio.

 

LA CAMPAGNA DI CONSUMO CRITICO DEL COMITATO ADDIOPIZZO

Nel 2004, con un adesivo listato a lutto che dichiarava "Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità", il tabù del pizzo viene infranto da un gruppo di giovani palermitani, e nel giro di pochi mesi nasce a Palermo un movimento dal basso che vuole opporsi al racket mafioso.

Nel 2006 Addiopizzo pubblica la prima guida del consumo critico antiracket, portando avanti una campagna etica a sostegno degli imprenditori che non si piegano al pizzo né a nessuna forma di sopraffazione mafiosa, producendo una rivoluzione culturale che parte dalla responsabilità civile per conquistare l’autodeterminazione di un popolo attraverso la solidarietà e la tutela dei propri diritti.

1008 negozi e imprese Addiopizzo

13213 consumatori che li sostengono

184 scuole coinvolte nella formazione antiracket

3538 messaggi di solidarietà dal mondo